70 Anni di esperienza al vostro servizio

Impianti Tecnologici
per l’Industria della Panificazione

Specifiche Tecniche

Configurazione di esempio
4 Celle di Lievitazione,
1 Forno, 1 Colonna di raffreddamento

Dimensioni impianto (B x A x P)
2 x 3 x 7 metri – corpo impianto

Immagini

SERIE ACM

Impianto compatto di
LIEVITAZIONE e COTTURA
panificati

• Caricatore semi-automatico

Costituito da un nastro provvisto di sensore presenza teglia e pulsante di start-carico

(solo con la teglia posizionata sul nastro e azionando il pulsante di start il nastro trascina all’interno dell’impianto la teglia, fermandosi automaticamente a carico avvenuto).

• Celle di carico / lievitazione

Vano costituito da quattro (4) o più colonne modulari a passo variabile in grado di immagazzinare in funzione dell’altezza da 32 a 160 teglie cadauna.

Il vano lievitazione è controllato in temperatura e umidità e può quindi essere utilizzato per effettuare un ciclo di lievitazione a piacere.

Le colonne di lievitazione di cui, la prima e l’ultima motorizzate e provviste di un traslatore orizzontale, sono gestite in maniera automatica dal PLC che governa l’impianto per caricare automaticamente il forno di cottura.

• Forno

Costituito da una camera a forma di “C” provvisto di sedici (16) elementi riscaldanti controllati da quattro (4) sonde PT100 e alimentate da relè statici privi di contatti di commutazione.

La potenza di 40kW è gestita per ridurre al minimo la dispersione di calore (sono effettuati spillamenti di calore per gestire la temperatura impostata nella cella di lievitazione).

La movimentazione delle teglie all’interno della camera di cottura avviene a mezzo di catenarie prive di cuscinetti o elementi lubrificati.

Tutta la costruzione dell’impianto è realizzata in acciaio AISI304 e l’interfaccia della zona di cottura è realizzata in AISI316.

L’interno del forno oltre al controllo di temperatura è provvisto del controllo di umidità con relativo attuatore per regolarne la percentuale.

• Nastro di scarico

All’uscita dell’impianto è presente un nastro modulare che consente di portare le teglie alla distanza e all’altezza voluta.

È presente un sensore di prossimità al centro della colonna di raffreddamento in grado di azionare il nastro di scarico nel momento in cui viene caricata la prima teglia raffreddata.

• PLC - touch screen

È costituita da un vano che ospita le teglie in uscita dalla parte alta del forno. Il moto della catenaria presente in questo vano è dall’alto verso il basso e consente il raffreddamento graduale delle teglie in zona confinata.

• PLC - touch screen

Unità di governo in grado di memorizzare fino a 1000 ricette con relativi parametri:

• Temperatura e umidità cella di lievitazione
• Umidità forno
• Temperatura prima / seconda / terza / quarta zona di cottura
• Tempo minimo di lievitazione
• Tempo di cottura
• Numero di teglie da cuocere
• Tipologia prodotto
• Nome prodotto

PECULIARITÀ
IMPIANTO

• Ridotto utilizzo manodopera

dall’inserimento del prodotto crudo sul nastro di introduzione all’uscita del prodotto cotto raffreddato, non è necessario alcun intervento umano

• Ridotti ingombri

la conformazione dell’impianto consente rispetto agli impianti tradizionali composti da camera di lievitazione e tunnel di cottura di contrarre drasticamente la superficie richiesta per l’installazione.

• Ridotto utilizzo di energia elettrica

la coibentazione e la conformazione dell’impianto evitano l’utilizzo di energia elettrica per elaborare il processo di lievitazione sfruttando il calore latente del forno.

La coibentazione del forno unita alla modalità di inserimento delle teglie senza l’apertura totale della camera di cottura, consentono un basso utilizzo di energia senza dispersioni.

PADELLE
PER LA PANIFICAZIONE

UNI EN 12043 : 2010

. Macchine per l’industria alimentare
. Celle di lievitazione intermedia
. Requisiti di sicurezza e di igiene

UNI EN 1673 : 2009

. Macchine per l’industria alimentare
. Forni a carrello rotativo
. Requisiti di sicurezza e di igiene

IL PRODOTTO SODDISFA LE
SEGUENTI CARATTERISTICHE
IGIENICHE PRINCIPALI

Specifiche Tecniche

– Dimensioni padella ( B x A x P ) 78,5 x 1,5 x 78,5 cm
– Temperatura garantita di utilizzo fino a 260° C

Le superfici che vengono a contatto con il prodotto alimentare sono raccordate con un raggio non inferiore a 3 mm

Non presentano discontinuità

Non permettono il deposito di residui alimentari

Non presentano sovrapposizioni che possono consentire deposito di residui alimentari

Non hanno collegamenti mobili (rivetti, viti ecc)